E’ la mattina del 25 novembre 1650. Nella piccola cittadina di Cassano d’Adda, nel cuore della pianura padana, una figura spettrale di nero vestita percorre veloce un sentiero nella brughiera. E’ una donna, con gli occhi spiritati e l’aria da folle.
La chiamano la Sibilla e nasconde un orribile segreto.
Un segreto che minaccia di spezzare legami e distruggere vite.
Un segreto che non dovrebbe mai essere svelato.